Fra le Langhe e Il Monferrato
Canelli, Nizza Monferrato e Santo Stefano Belbo
Canelli-minCanelli, città dello spumante
Canelli è città del vino da oltre un secolo, almeno da quando Carlo Gancia nel 1865 crea il primo spumante d’Italia. Da allora il simbolo enologico di Canelli è lo spumante, specialmente l’Asti Spumante, ottenuto da uve moscato. Le quattro cattedrali sotterranee Patrimonio dell’Umanità sono eccellenze di spumanti secchi metodo classico, mentre le colline che incorniciano la cittadina sono prevalentemente vitate a moscato.
A Canelli potrete visitare le antiche cantine, salire la antica strada ciottolata della sternia per ammirare il panorama dalla collina residenziale più amata dai canellesi e raggiungere il castello Gancia. Da non perdere la rievocazione storica dell’assedio di Canelli il terzo fine settimana di giugno e la manifestazione Canelli, la città del vino a fine settembre, festa di sapori di tutta Italia.

Nizza Monferrato-minNizza Monferrato e il Barbera d’Asti
Nizza Monferrato è nota in zona per tre motivi: le carni prelibate, la qualità del vino Barbera e la forte vocazione commerciale. A Nizza Monferrato gusterete ottimi antipasti e secondi a base di carne di vitello Piemontese, scoprirete indimenticabili Barbera d’Asti e Nizza, passeggerete lungo il centro pedonale medievale lungo il quale si snodano negozi, ristoranti, enoteche e caffetterie. Imperdibili gli appuntamenti annuali dedicati alla tradizione e alla gastronomia locale: la corsa delle botti, la prima domenica giugno in concomitanza con il festival Monferrato in tavola, il mercatino dell’antiquariato, la terza domenica del mese, uno dei più grandi mercatini dell’antiquariato del nord Italia e Nizza è Barbera il secondo fine settimana di maggio.

Santo Stefano Belbo Pavese-minSanto Stefano Belbo e i luoghi pavesiani
Il territorio di Santo Stefano Belbo si sviluppa in un’area prevalentemente collinosa, situata ai margini delle langhe. È un paese fiero del suo passato storico, che si perde agli inizi dell’anno 1000, così come nella storia più recente raccontata da Cesare Pavese, nato a Santo Stefano nel 1908. Qui tutto ricorda il grande poeta e i suoi romanzi, in particolare la sua casa natale, quella del suo amico Nuto, e la fondazione a lui dedicata. Sono i luoghi Pavesiani che possono essere visitati tutti i giorni, in compagnia di appassionati di Cesare Pavese! Santo Stefano belbo è anche però sinonimo di moscato. Sulle numerose colline vengono coltivati più di 1000 ettari di questo dolce nettare. E così si può anche riscoprire il piacere di passeggiare in mezzo alla natura e fermarsi x una degustazione di vino presso i numerosi produttori di vino. E poi non possono mancare tantissimi agriturismi e ristoranti in cui è possibile assaggiare le prelibatezze tipiche del territorio.